Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio a Barletta, il barista Tupputi raggiunto da tre proiettili. Martedì lutto cittadino
INDAGINI

Omicidio a Barletta, il barista Tupputi raggiunto da tre proiettili. Martedì lutto cittadino

L'uomo è stato ucciso l'11 aprile dal 32enne sorvegliato speciale Pasquale Rutigliano

È stato raggiunto da tre proiettili di pistola fra l’addome e il torace il 43enne barista di Barletta Giuseppe Tupputi, ucciso la sera dell’11 aprile mentre era dietro il bancone del suo bar, al culmine di una lite con il suo presunto assassino, il 32enne sorvegliato speciale Pasquale Rutigliano. È quanto emerso dalle prime indagini sul cadavere compiute nella tarda mattinata di oggi dal medico legale Sara Sablone, che domani eseguirà l’autopsia a Bari.

Intanto, in occasione della celebrazione dei funerali, previsti alle 16 di martedì prossimo nella parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, a un isolato dalla caffetteria di Tupputi, il commissario straordinario del Comune di Barletta, Francesco Alecci, ha disposto il lutto cittadino.
«Rappresentando il cordoglio della città per la scomparsa di Giuseppe Tupputi, vittima di un gravissimo atto criminale lo scorso 11 aprile, l’amministrazione comunale ha disposto il lutto cittadino in concomitanza con la celebrazione dei funerali. Ritenendo di interpretare i sentimenti di unanime sgomento e di esprimere la partecipazione dell’Ente civico al grave lutto dei Familiari».
Alecci ha invitato «i titolari delle attività commerciali ad esprimere la loro partecipazione evitando, nella medesima giornata, comportamenti contrastanti con lo spirito del lutto e i cittadini a non svolgere attività ludiche, ricreative e musicali». Per l’intera durata del lutto cittadino saranno esposte a mezz'asta le bandiere del Palazzo di Città e di tutti gli Uffici comunali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook