Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fidanzati uccisi a Lecce, la difesa di De Marco: "Incapace di intendere e volere"
DUPLICE OMICIDIO

Fidanzati uccisi a Lecce, la difesa di De Marco: "Incapace di intendere e volere"

Lo studente, nel settembre 2020, uccise l’arbitro leccese Daniele De Santis e la fidanzata Eleonora Manta

Antonio De Marco, lo studente di Casarano reo confesso dell’omicidio dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta, «non è imputabile» per i suoi legali difensori «perché incapace di intendere e volere». È quanto i due legali, avvocati Andrea Starace e Giovanni Bellisario, hanno ribadito questa mattina nell’aula bunker dove è in corso il processo per il duplice omicidio, prossimo ormai al verdetto.

Daniele De Santis e ed Eleonora Manta furono barbaramente uccisi la sera del 21 settembre 2020 a Lecce nella loro casa di via Montello, la stessa che per mesi avevano condiviso con il loro assassino. I difensori di De Marco hanno chiesto anche l’esclusione delle aggravanti, contestando le conclusioni e la metodologia di approccio dei periti della Corte d’Assise secondo cui De Marco sarebbe stato invece perfettamente lucido e consapevole quando ha pianificato e messo in atto il duplice delitto.

La difesa ha anche chiesto una nuova perizia che però i giudici hanno rigettato, in quanto non ritenuta «assolutamente indispensabile per la decisione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook