Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bari, crac Ferrovie: chiesto il rinvio a giudizio per 20 imputati
IL CASO

Bari, crac Ferrovie: chiesto il rinvio a giudizio per 20 imputati

Avrebbero concesso finanziamenti, mantenuto linee di credito in favore della società in dissesto e non avrebbero fatto controlli sulla destinazione delle somme erogate. Per questo la procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio di 20 imputati per il crac delle ferrovie Sud Est. L'udienza preliminare è iniziata oggi davanti al gup del Tribunale di Bari Valeria Isabella Valenzi con la costituzione di parte civile del Ministero dei Trasporti, Regione Puglia, Ferrovie del Sud Est e Ferrovie dello Stato. Si tratta dell'ex amministratore delegato di Bnl Fabio Gallia, altri 18 tra ex e attuali dirigenti e funzionari dell'istituto di credito, e l'ex commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico di Fse, Luigi Fiorillo. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta impropria per effetto di operazioni dolose ai danni di Fse e bancarotta fraudolenta preferenziale in favore di Bnl, con riferimento al crac della società di trasporti pugliese, commissariata dopo la gestione Fiorillo e poi acquistata da Ferrovie dello Stato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook