Venerdì, 27 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Canosa di Puglia, accoltella un 54enne per "vendicare" la disabilità del figlio. Ma è la persona sbagliata
IL FATTO

Canosa di Puglia, accoltella un 54enne per "vendicare" la disabilità del figlio. Ma è la persona sbagliata

L’uomo era convinto che la vittima fosse un infermiere che riteneva responsabile di un errore sanitario

Aveva intenzione di vendicarsi per la disabilità del figlio che, secondo lui, era stata causata da un infermiere dell'ospedale di Trani il quale, durante l'esame dell'amniocentesi sulla moglie incinta, dieci anni fa, aveva iniettato un farmaco sperimentale. Per tutto questo tempo un contadino 50enne di Andria, ma residente da tempo con la famiglia a Canosa di Puglia, avrebbe cercato quell'infermiere e, credendo averlo trovato, lo avrebbe accoltellato.

E' uno dei particolari che emergono sulla vicenda relativa al ferimento di un agricoltore 54enne di Canosa. Secondo gli investigatori uno scambio di persona. L'aggressore, convintosi che il 54enne fosse l'infermiere, dopo averne studiato i movimenti e averlo seguito nel garage dove la vittima stava facendo la manutenzione ad un trattore, lo avrebbe accoltellato dicendogli "questo è per mio figlio", per poi scappare e tentare di nascondersi in campagna.

Il 50enne è stato identificato dai poliziotti del commissariato di Canosa grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, in quanto già noto per vecchi precedenti penali per stalking, minacce e una aggressione con un coltello. E' stato rintracciato e sottoposto a fermo, dove aver confessato. Domani è prevista l'udienza di convalida nel carcere di Trani dove il 50enne e' detenuto con l'accusa di tentato omicidio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook