Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Bari, Carfagna: "Pnrr risorsa per superare gap nord-sud. Abbiamo investito su asili-nido"

Bari, Carfagna: "Pnrr risorsa per superare gap nord-sud. Abbiamo investito su asili-nido"

"Il Pnrr può aiutare a superare la frattura tra Nord e Sud del Paese. Su questo abbiamo deciso di investire risorse ingenti, dai trasporti agli asili nido. L'obiettivo di ridurre le distanze è stato esplicitato anche dal governo, che ha deciso di investire non meno del 40% delle risorse territorializzabili del Pnrr". Il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna, ribadisce l'impegno per il Mezzogiorno al Live in Bari di Sky TG24.

Durante il collegamento con la trasmissione, incalzata dai giornalisti, Carfagna ha tenuto anche a precisare che "Il bando per gli asili nido - in cui le regioni meridionali sono agli ultimi posti - non è stato un fallimento. Un mese fa ci siamo resi conto che le domande dal Mezzogiorno erano inferiori alle risorse messe a disposizione, per questo abbiamo prorogato e introdotto una campagna di informazione. Oggi le domande arrivate dal Sud, per oltre 1,3 miliardi di euro, sono state recepite". Il ministro, sempre in merito al Pnrr, ha anche detto che il Governo sta andando incontro alle esigenze di personale dei Comuni: "Per la prima, abbiamo agito fin dall'inizio mettendo a disposizione degli enti competenze per la fase di elaborazione dei progetti e abbiamo pubblicato bandi per l'assunzione di personale, con particolare attenzione ai comuni sotto i 30 mila abitanti". Infine, il ministro ha sottolineato come con la legge di bilancio si sia compiuta una "piccola rivoluzione" con lo stanziamento dei fondi per far si' che "in tutti comuni almeno 33 bambini su 100 possano trovare posto negli asili nido. Al Sud adesso il livello è più basso. Questo comporta anche un aumento dei posti di lavoro per insegnati, pedagoghe e personale".

Infine, in merito alle spese per la difesa, Carfagna ha detto "Siamo un grande Paese: possiamo blindare la porta casa e dare da mangiare ai nostri bambini, non dobbiamo scegliere tra l'uno e l'altro. Oltretutto le spese in difesa sono spese non per fabbricare bombe, ma per investire producendo Pil".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook