Domenica, 27 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Bari, inaugurato a Poggiofranco un centro socio-educativo per minori

Bari, inaugurato a Poggiofranco un centro socio-educativo per minori

Prevenire il disagio giovanile e recuperare chi è già in difficoltà. Con questi obiettivi è stato inaugurato nel pomeriggio, in via Matteo Calvario 1 - nei pressi della parrocchia don Guanella -, a Poggiofranco, il Centro socio-educativo diurno per minori “Arca di Noè”, gestito dalla cooperativa sociale Voglia di Bene.

La struttura, aperta a 30 minori della città, propone attività che, attraverso un programma di servizi socio-educativi, culturali, ricreativi, sportivi e scolastici, mirano al coinvolgimento attivo specie dei minori con problemi di socializzazione o esposti al rischio di emarginazione e di devianza, grazie alla professionalità di un’equipe socio-educativa e psicologica qualificata, composta da un coordinatore, tre educatori, una psicologa, un amministrativo e un’operatrice ausiliaria.

Il servizio, lavorando con il singolo bambino/ragazzo, l’intera famiglia e la rete territoriale di supporto, si propone di favorire la crescita, la maturazione individuale e la socializzazione dei minori con i coetanei, promuovendo e valorizzando la loro capacità di scegliere con il supporto del gruppo di progettazione formativa ed educativa espressione del soggetto gestore.

“I centri diurni rappresentano per l’intera comunità una risorsa fondamentale, un punto di riferimento per i minori, per le famiglie ma anche per le istituzioni che lavorano sulla tutela dei minori - ha dichiarato Francesca Bottalico -. Si tratta di un servizio strategico per la prevenzione della devianza e dell’isolamento sociale in un momento in cui lavorare con i ragazzi, offrire loro strumenti educativi e di sostegno significa creare delle opportunità affinché possano scegliere liberamente il proprio futuro, indipendentemente dal contesto sociale e culturale da cui provengono. Con l’inaugurazione odierna salgono a 14 i centri diurni per minori della città di Bari, che con le loro attività coinvolgono oltre 600 minori a rischio di devianza e marginalità”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook