Domenica, 26 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Ritrovamento agghiacciante a Bitritto: cane impiccato a un albero in campagna FOTO

Ritrovamento agghiacciante a Bitritto: cane impiccato a un albero in campagna FOTO

Un cane di taglia medio piccola è stato trovato legato e impiccato ad un albero nelle campagne di Bitritto (Bari) nei giorni scorsi. L'animale, probabilmente abbandonato, forse è morto nel tentativo di liberarsi. A denunciare l'accaduto su Facebook è stata l'associazione "Compagni di Coda" e poi il canile "Il giardino di Sissi". Ad accorgersi del cane è stato un passante che ha dato l'allarme. "La scena era agghiacciante e senza alcuna giustificazione nei confronti dell’essere che ha compiuto questo imperdonabile gesto - si legge nel post - Il cane era  giovane ovviamente senza microchip legato ad un albero , impiccato.  Un gesto di una violenza tale che ancora oggi ci riesce difficile capire il perché: è stato rinvenuto da un signore che passeggiava con il suo cane, e che lo stesso ha portato il suo padrone sul luogo del ritrovamento. L’uomo che ha fatto il macabro ritrovamento ha avvisato immediatamente l’associazione Compagni di Coda che a sua volta ha allertato il sindaco Pino Giulitto e le forze dell’ordine. Sul posto è intervenuta anche la Asl che non ha potuto far altro che constatare il decesso del povero cane. Siamo indignati di appartenere al genere umano. Adesso si spera di risalire al colpevole, ci rivolgiamo a tutti coloro che dalla foto che pubblichiamo possa riconoscere il cane, fatevi avanti dobbiamo trovare chi si è macchiato di questo gesto ignobile.  Ci auguriamo che questo gesto non rimanga senza un colpevole e che venga fatta giustizia. Questo post non solo per denunciare e mettere al corrente tutti ma anche e si spera possa arrivare direttamente al colpevole. Ci scusiamo per le immagini che abbiamo oscurato in parte per rispetto del povero cane e del genere umano. Ovviamente coloro che avranno bisogno di visionare l'immagine integrale del cane possono contattarci in privato, naturalmente solo  per i fini previsti, ovvero trovare chi ha commesso questa infamità".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook