Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Bari, Botta diventa un “giallo”: l’argentino vuole lasciare i biancorossi?
SERIE

Bari, Botta diventa un “giallo”: l’argentino vuole lasciare i biancorossi?

Forse non sarà un “caso”, ma sicuramente è una situazione da seguire con attenzione. Il Bari e Ruben Botta devono capire come scrivere il loro futuro. Il fantasista argentino è legato ai biancorossi da un altro anno di contratto: il ds Ciro Polito ed il tecnico Michele Mignani lo ritengono funzionale al progetto tecnico-tattico e ,sulla carta, il 32enne nato a San Juan non è tra i partenti. Tuttavia, alcune incognite sono emerse. E’ un dato che il numero dieci abbia lasciato l’appartamento che ha occupato nell’ultima stagione appena terminato il campionato: si è ipotizzato che la decisione fosse scaturita dall’esigenza di trovare un’abitazione più vicina allo stadio San Nicola, ma successivamente Botta avrebbe dato incarico di vendere anche l’auto utilizzata a Bari. Soprattutto, alcuni problemi familiari lo tratterrebbero in Argentina, fino a valutare un ritorno in pianta stabile in patria, agevolato anche dall’interessamento di un paio di club del massimo campionato, nonché di una formazione cilena. Fin qui, i possibili dubbi. Che, però, sono stati perentoriamente fugati dall’agente del calciatore, Nicolas Spolli, fermo nel ribadire che il suo assistito resterà in biancorosso. E il Bari? Per il momento la società non è preoccupata, forte del vincolo con Botta. Ma una cosa è certa: sarà adottata la linea rigida, proprio per comprendere quanto il fantasista sia motivato a proseguire la sua avventura in Puglia. Se fosse davvero sua intenzione tornare in Sudamerica, dovrebbe presentare un’offerta concreta di un club disposto a rilevarlo riconoscendo ai Galletti il giusto valore, nonché trovando un accordo economico che escluda da qualsiasi impegno la società biancorossa. Se non interverranno intoppi, invece, Botta sarà regolarmente convocato per il raduno in sede (previsto attorno alla sera del 3 luglio): se non dovesse presentarsi, la società avrà una serie di strumenti di tutela a sua disposizione, fino ad arrivare all’estremo di una risoluzione del contratto per giusta causa. Un’eventualità che, però, non è nei pensieri dello stato maggiore barese, nella convinzione di poter trovare una soluzione condivisa. Ad ogni modo, il ds Ciro Polito è vigile sul mercato: al di là della situazione di Botta, l’intenzione è intervenire nel ruolo con un profilo di grande spessore. Il trequartista è un interprete cardine nel 4-3-1-2 di Michele Mignani e occorre coprirsi adeguatamente. In fondo, nell’ultima stagione, l’argentino è stato senza dubbio un trascinatore nel girone d’andata, ma del tutto assente in un ritorno condizionato prima da un serio infortunio al ginocchio, poi da diversi problemi muscolari. Pertanto, servirà un fantasista almeno dello stesso valore, nell’ottica di rispettare la strategia dei due elementi per ruolo. Le idee in tal senso non mancano, sebbene il mercato degli “over” non sia ancora decollato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook