Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Cultura Musica Bari, al teatro Petruzzelli lo straordinario duo Faust-Melnikov il 21 giugno
L'EVENTO

Bari, al teatro Petruzzelli lo straordinario duo Faust-Melnikov il 21 giugno

Martedì 21 giugno alle 20.30 la Stagione Concertistica propone il recital di Isabelle Faust (violino) e Alexander Melnikov (pianoforte).

Il programma del concerto sarà tutto dedicato a musiche di Ludwig van Beethoven: Sonata n. 1, in Re maggiore, per violino e pianoforte, Sonata n. 2, in La maggiore, per violino e pianoforte, Sonata n. 3, in Mi bemolle maggiore, per violino e pianoforte e Sonata n. 9, in La maggiore, per violino e pianoforte, op. 47, “Kreutzer”.

Isabelle Faust affascina il pubblico con le sue interpretazioni avvincenti, immergendosi in ogni pezzo considerando il contesto storico-musicale, l’uso degli strumenti storicamente appropriati e la massima autenticità possibile di esecuzione, pur filtrandola con una sensibilità tutta contemporanea. Così porta alla luce con passione un vasto repertorio che include una grande varietà di compositori. Dopo aver vinto in giovane età il rinomato Concorso ‘Leopold Mozart’ e il ‘Paganini’, ha presto suonato regolarmente con le principali orchestre del mondo tra le quali la Berlin Philharmonic Orchestra, la Boston Symphony Orchestra, la NHK Symphony Orchestra di Tokyo, la Chamber Orchestra of Europe e l’Orchestra Barocca di Friburgo. Ha regolarmente collaborato con grandi direttori del calibro di Claudio Abbado, Giovanni Antonini, François-Xavier Roth, Frans Brüggen, Sir John Eliot Gardiner, Bernard Haitink, Daniel Harding, Philippe Herreweghe, Andris Nelsons e Robin Ticciati. La sua vasta curiosità artistica le fa apprezzare tutte le epoche e tutte le possibili forme di condivisione strumentale. Infatti non considera mai la musica come fine a se stessa, ma approfondisce fino a giungere all’essenza della composizione, rendendola in modo sottile, acuto e rispettoso.

Alexander Melnikov si è diplomato al Conservatorio di Musica di Mosca con Lev Naumov. Importante momento del suo percorso formativo è stato l’incontro con Svjatoslav Richter, che in seguito lo ha regolarmente invitato in diversi festival in Russia e in Francia. Ha vinto numerosi concorsi prestigiosi quali l’International ‘Robert Schumann’ Competition di Zwickau (1989) e il Concours Musical ‘Reine Elisabeth’ di Bruxelles (1991). Conosciuto per le scelte musicali spesso inconsuete, ha sviluppato sin dal principio della sua carriera un grande interesse per la prassi esecutiva filologica. In questo ambito è stato influenzato dal lavoro compiuto da Andreas Staier e Alexei Lubimov. Si esibisce regolarmente con importanti ensemble quali i Freiburger Barockorchester, MusicAeterna e Akademie für Alte Musik Berlin. In qualità di solista, si è esibito con importanti orchestre, tra cui Royal Concertgebouw di Amsterdam, Gewandhausorchester di Lipsia, Philadelphia Orchestra, Münchner Philharmoniker, NDR Elbphilharmonie Orchester, HR-Sinfonieorchester, Filarmonica di Rotterdam, BBC Philharmonic ed è stato diretto da maestri del calibro di Mikhail Pletnëv, Teodor Currentzis, Charles Dutoit, Paavo Järvi e Valery Gergiev.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook