Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Bari, al Teatro Petruzzelli Ivan Fischer dirige la Budapest Festival Orchestra
CONCERTO

Bari, al Teatro Petruzzelli Ivan Fischer dirige la Budapest Festival Orchestra

In programma il 19 maggio. Non ci sarà, a causa di una tendinite che lo ha costretto ad annullare il tour mondiale, il pianista ungherese Daniil Trifonov

Giovedì 19 maggio alle 20.30 si esibirà al Teatro Petruzzelli di Bari la grande Budapest Festival Orchestra, diretta dal suo fondatore Iván Fischer. Non ci sarà, a causa di una tendinite che lo ha costretto ad annullare il tour mondiale con la prestigiosa formazione musicale ungherese, il pianista Daniil Trifonov.

Cambia il programma del concerto, senza inficiare la qualità di quella che si prospetta una serata indimenticabile. Fischer dirigerà la Sinfonia n. 8 in si minore D 759 “Incompiuta” di Franz Schubert e la Sinfonia n. 1 in Re maggiore di Gustav Mahler.

Quando Iván Fischer ha fondato la Budapest Festival Orchestra con Zoltan Kocsis 35 anni fa, ha potuto realizzare un sogno personale. La peculiarità della BFO è quella di evitare qualsiasi tipo di routine giornaliera. La filosofia principale dell’Orchestra è stata quella di formare una squadra di musicisti creativi, in grado di rischiare, e che continuano a sviluppare la loro musicalità in orchestra, musica da camera e repertorio solista. Iván Fischer ha introdotto numerose riforme che vanno dalla tecnica individuale di prova all’incoraggiamento e promozione delle attività creative di ogni musicista. Sono l’approccio innovativo alla musica, la completa dedizione dei musicisti e la loro continua tensione all'eccellenza ad aver portato la Budapest Festival Orchestra ad essere la più giovane tra le prime 10 nel gruppo delle migliori orchestre del mondo.

Questa Orchestra è ora ospite regolare dei festival internazionali più importanti e le sue registrazioni (prima con Philips Classics, poi con Channel Classics) hanno ricevuto numerosi premi. Nel 2009 la rivista Gramophone Magazine ha inserito la BFO nella lista delle dieci migliori orchestre del mondo.
Nella città di Budapest la BFO è diventata l’orchestra ungherese più popolare, suonando di solito per un pubblico di capacità della sala da concerto del Müpa o dell’Accademia Franz Liszt. Ogni stagione, tre settimane sono dedicate a programmi comunitari, ovvero gruppi dell'orchestra portano la musica nelle scuole, case di cura, chiese e centri sociali. Organizzano inoltre un tour delle sinagoghe abbandonate in Ungheria, per portare vita e attenzione a questi edifici e promuovere la tolleranza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook