Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bari, la Procura indaga sui crimini di guerra in Ucraina
L'INCHIESTA

Bari, la Procura indaga sui crimini di guerra in Ucraina

I racconti dei circa 2.000 profughi fuggiti dalla guerra e giunti in Puglia sono finiti in un fascicolo d'inchiesta aperto dalla Procura di Bari sui  presunti crimini di guerra commessi da soldati russi su civili ucraini. L'indagine per il momento è a carico di ignoti. L'iniziativa fa seguito alla richiesta avanzata da Eurojust alle Procure presso la Corte penale internazionale e nei diversi Stati membri di "conservare, analizzare e archiviare le prove relative a crimini contro l'umanità commessi in Ucraina". A Bari l'indagine, delegata alla Polizia, è  coordinata dal procuratore Roberto Rossi e dall'aggiunto Francesco Giannella.
A quanto si apprende tutti coloro che arrivano, soprattutto in aereo da Cracovia, vengono sentiti dai poliziotti. "Racconti terribili" dicono gli investigatori, sui cui contenuti mantengono il massimo riserbo. Tra i reati che potrebbero essere ipotizzati una volta raccolte tutte le testimonianze, ci sono anche crimini sessuali, ma soprattutto omicidi e violenze di vario tipo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook