Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Monopoli, reati contro la PA: 10 misure cautelari. Arrestato il presidente di Anci Puglia
GDF

Monopoli, reati contro la PA: 10 misure cautelari. Arrestato il presidente di Anci Puglia

Puglia, Cronaca

I Finanzieri della Compagnia di Monopoli hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali – coercitive ed interdittive – emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari, nei confronti di 10 soggetti, per ipotesi di reati contro la Pubblica Amministrazione e contro la fede pubblica.

Sono 24 le persone indagate dalla Procura di Bari nell'inchiesta che stamattina ha portato agli arresti domiciliari il sindaco di Polignano e presidente dell’Anci Puglia, Domenico Vitto (nella foto), il vicesindaco Salvatore Colella e i dipendenti comunali Raffaele Vito Lassandro, Pasquale Teofilo e Nicola Cicala.
Oltre ai 5 arresti, misure interdittive per gli imprenditori Nicola Narracci, Hibro Hibroy, Sergio Giazzi, Vito Dentico e Vito Lo Franco.

Domenico Vitto

L'operazione della Guardia di Finanza di Monopoli è denominata Amici Miei e riguarda appalti truccati e reati contro la pubblica amministrazione. L’indagine è coordinata dal pm Michele Ruggiero.

«La Procura di Bari cerca di essere un presidio di legalità in tutti i campi, dalla criminalità organizzata alla pubblica amministrazione. C'è la necessità che chiunque partecipi alla assegnazione di risorse pubbliche abbia gli stessi diritti, doveri e possibilità. Quando viene leso questo, non si fa solo un danno alla pubblica amministrazione ma a tutti i cittadini, perché così si sviluppa un’economia non corretta, perché evidentemente chi ottiene l’assegnazione di queste risorse non lo fa per capacità ma perché "amico degli amici"». Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Roberto Rossi, presentando gli esiti dell’indagine della Guardia di Finanza, che ha portato all’arresto, tra gli altri, del sindaco di Polignano a Mare Domenico Vitto. «Elemento centrale di questa indagine - ha detto Rossi - sono gravissime interferenze su gare pubbliche in un grosso comune del Barese, Polignano, dove i massimi esponenti politici e amministrativi manipolavano le gare».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook