Mercoledì, 05 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ecomafia, la Puglia terza in Italia
LEGAMBIENTE

Ecomafia, la Puglia terza in Italia

Puglia, Cronaca
Rifiuti indifferenziati

Nel rapporto 2021 dell’illegalità ambientale, la Puglia si colloca purtroppo tra le prime regioni in termini di reati commessi, occupando il terzo posto con 3.734 infrazioni accertate (il 10,7% sul totale nazionale), 1.424 sequestri effettuati, 3.230 persone denunciate e 15 arrestate. In quella nazionale le province di Bari, Foggia e Lecce sono rispettivamente al terzo, dodicesimo e diciottesimo posto con 1.465, 553 e 430 infrazioni accertate.
Non sono lusinghieri i numeri dell’edizione 2021 del rapporto Ecomafia, il documento realizzato da Legambiente con il sostegno di Cobat e Novamont e edito da Edizioni Ambient, il cui focus pugliese verrà presentato a Foggia, giovedì 16 dicembre 2021, nell’aula “Cipriani” del Dipartimento di Studi Umanistici, all’interno dell’Ateneo di Foggia. L’evento è promosso da Legambiente Puglia con il patrocinio dell’Università degli Studi di Foggia.
La scelta di Foggia quale sede per la presentazione dei dati pugliesi sulla criminalità ambientale vuole essere un chiaro messaggio istituzionale e sociale, alla luce anche dei recenti accadimenti giudiziari. Ma il luogo istituzionale dell’Ateneo foggiano è il luogo anche per incontrare gli studenti perché è proprio da loro che bisogna ripartire con una nuova cultura della legalità e della tutela dell'ambiente e territorio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook