Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Voti comprati per 50 euro nel Barese. Tredici indagati, tra cui il sindaco di Triggiano
CORRUZIONE ELETTORALE

Voti comprati per 50 euro nel Barese. Tredici indagati, tra cui il sindaco di Triggiano

Compravendita di voti per eleggere il sindaco uscente di Triggiano (Ba), Antonio Donatelli. È pesantissima l'accusa della Procura della Repubblica di Bari nei confronti dello stesso sindaco e dei consiglieri comunali Angela Napoletano e Antonio Fortunato, oltre che di  Alessandro Cataldo, marito dell'assessora regionale ai Trasporti Anita Maurodinoia (che non risulta indagata).

Tutti sono stati sottoposti a perquisizioni domiciliari da parte dei carabinieri. Cataldo, ideatore del movimento politico "Sud al Centro", è ritenuto dagli inquirenti "deus ex machina del collaudato sistema per comprare voti, realizzato in occasione delle ultime elezioni. Ogni consenso sarebbe stato ricompensato con 50 euro. Sono 13 in totale le persone indagate con l'accusa di corruzione elettorale per la presunta compravendita. Il movimento  - ricostruisce la Procura di Bari in una nota - era stato gia' al centro di una precedente indagine, chiusa nel febbraio scorso, che aveva coinvolto 50 persone per corruzione elettorale a seguito delle elezioni amministrative del 2019, quando fu eletto al I Municipio di Bari, con la stessa lista, Carlo De Giosa. Donatelli è stato eletto con il 60,5% dei voti (8915 preferenze) superando il candidato PD Giovanni Campobasso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook